Questo circuito riproduce la versione ibrida “germanium-silicon” del celebre BigMuff. Rispetto alle versioni più tradizionali al silicio, in questa veste il suono risultante è meno compresso e più reattivo alle variabili del tocco. Con la manopola del volume da chitarra parzialmente chiusa tende ad essere meno ovattato, conservando un discreto range di suono crunch alquanto insolito su un circuito del genere. Come molti sanno, esistono numerose versioni del Big Muff, la maggiorparte delle quali equipaggiate con quattro transistor al silicio, ma solo pochissime versioni con la variante al germanio. Questo progetto si caratterizza per il particolare connubio degli stadi di clipping con diodi LED, uniti a due stadi di pre amplificazione al germanio che rendono il suono caldo e naturale. Poi vi sono altri due stadi al silicio.

La sezione di equalizzazione è talmente influente sul timbro finale che ad un primo impatto è necessario smanettarci un pò per prendere confidenza. E' costituita da un classico controllo di Tono che interagisce con il controllo chiamato Shift. Infatti, posizionando il Tone a metà e ruotando lo Shift, è possibile scavare nelle varie timbriche che vanno da un vecchio Muff ad un fuzz, sino ad un suono moderno e simile ad un distorsore. Nello specifico lo Shift agisce dando forma alla frequenze medie, rendendo compatto o meno il timbro finale e risentendo comunque del grado di apertura del volume della chitarra. Anche se questo pedale è per lo più indicato per un suono lead o ritmiche cariche di gain, con un opportuno setup è possibile ottenere un buon crunch morbido e ricco di medio bassi.