Benvenuti nel mio laboratorio! Siete nel posto in cui ogni idea, purché "funzionale" e carica di stile, viene trasformata in materia sino al raggiungimento del suo obiettivo. Qui, il suono, gli strumenti musicali e l'estetica si inseguono cercando di abbracciare un ideale di "bellezza". Da tempo volevo dar vita a qualcosa di speciale dove arte e tecnologia si fondessero con idee, esperienza e gusto, attraverso ricerca e sperimentazione attorno al mondo della musica e alle emozioni che essa mi ha regalato sin dall'adolescenza. Finalmente riesco a partire per un viaggio "sonoro" da perfezionare nel tempo con chi mi vorrà seguire con creazioni già disponibili e idee in fase di elaborazione. Le mie origini di musicista chitarrista, vanno dal Blues al Rock fino al moderno Grunge e Stoner. Il fascino di questi generi musicali mi ha poi inchiodato alla voglia di costruire pedali dal suono legato a chitarristi leggendari... utilizzando componenti di qualità selettiva e un raffinato stile costruttivo e di finitura, che rispetta tradizione e innovazione e tenta di resistere al cambiamento delle mode. Insomma, suoni classici e rielaborati con opportune migliorie che rafforzano e danno voce al playing di ogni chitarrista.


Alcuni chitarristi considerano il pedale come un intruso tra chitarra ed ampli, uno strumento che se non c'è, li fa sentire più sicuri. Qualcuno ritiene che il suono puro e senza artifizi sia il miglior suono da ricercare. Però si sa... un suono di chitarra elettrica senza un pedale che ne innalzi le qualità generali, serve a poco, almeno in alcuni generi musicali.

In questo momento chitarristico-storico, il pedale, all'interno della propria catena audio, ha un'importanza pari a quella della chitarra e dell'amplificatore. La colorazione che un pedale può apportare al proprio suono è cruciale. Rappresenta l'elemento che può far decollare la fantasia e la creatività del musicista.

I pedali Nexihum sono concepiti con l'intento di spingere il musicista ad interagire il più possibile con tutti gli elementi del proprio setup chitarristico e con le variazioni dinamiche del suono che ne possono derivare, sfruttando anche i più sottili dettagli timbrici e di sensibilità, attraverso un uso sapiente dei controlli di volume e tono del proprio strumento

(chitarra o basso).

Il raffinato ed originale stile costruttivo non permette approssimazioni. Tutti i pedali sono realizzati interamente a mano e ciò richiede molta dedizione. A partire dalla serigrafia, fino alle schede dei circuiti. Queste ultime, nelle versioni stripboard, sono intagliate, rifinite ed assemblate a mano nel mio laboratorio con componenti "audio grade". Così pure la qualità selettiva dei componenti e l'efficienza dei circuiti richiedono attenzione e sperimentazione.

Tutti i pedali Nexihum sono realizzati con wiring totalmente true-bypass di tipo meccanico, in modo che il segnale bypassi il circuito quando il pedale è spento, evitando la notevole perdita di segnale, soprattutto in presenza di numerosi pedali collegati assieme.

In base alle caratteristiche dei transistors utilizzati nei "Germanium Device", il circuito di base può includere un modulo aggiuntivo chiamato "invertitore di polarità", allo scopo di ottenere il collegamento della massa sul polo negativo del circuito stesso. In questo modo è poi possibile alimentare il pedale, condividendo l'alimentazione esterna con altri pedali contemporaneamente collegati ad un qualsiasi alimentatore a 9 volt con tip centrale "negativo" (Boss style).

I transistor al germanio sono il cuore di molti progetti Nexihum. La loro reperibilità purtroppo rappresenta sempre un problema, soprattutto per la quantità di pezzi necessari, l'affidabilità e le caratteristiche idonee necessarie. Per questo motivo, la costruzione di pedali basati sull'uso dei suddetti transistors è fortemente vincolata alla loro stessa reperibilità. Di conseguenza, però, ogni progetto suonerà sempre in modo diverso dal suo simile, proprio in virtù della caratteristiche del transistor adoperato.

Un altro aspetto determinante nei circuiti che adoperano due o più transistor al germanio, è l'accoppiamento degli stessi. In teoria è possibile accoppiare differenti tipologie di transistor, ma la risultante timbrica difficilmente sarà equilibrata e musicalmente interessante. Al contrario, per ottenere buoni risultati e caratterizzazioni timbriche, è necessaria molta esperienza e tanta, tanta sperimentazione.